E zingaratina fu

IMAG0652

IMAG0651

IMAG0660

IMAG0661

Alla fine quattro zingari ce l’ahhno fatta. Assenti giustificati Larry e Muro, ingiustificati il Sola e il Puglia.

Sinossi:

dopo lauta colazione viene definita la prima meta, terme di Rapolano; tappa intermedia Castelnuovo Berardenga alla trattoria omonima, ove i quattro si ingrufiano con scarso ritegno.

Alle terme Rove a farsi massaggiare (a quanto pare senza happy end), e gli altri a mollo nel brodo sulfureo.

Trovato tramite booking albergo 4 stelle a Perugia (offertona 90eurini in 4), lungo aperitivo con Muro neo padre per la terza volta, pizza (bona), e lungo girello nella movida perugina, comprensiva di giro sulla ruota panoramica. Quindi taxi (Muro era già rientrato a casa), versol’albergo. Nuove camere in quanto la precedente non era all’altezza degli zingari e nanna.

Mattina colazione inculata in centro a Perugia, due passi e quindi via verso Cortona. Aperitivo forzato per permettere al Rove e al Dere di caà e pranzo in un ottimo ristorantino scovato tempo addietro dal Parrucca. Quindi rientro alla base, caando prima il Parruca a Figline.

Sicuramente una buona zingarata eno-gastronomica!

Leave a comment

1 Comment

  1. Dere

     /  1 gennaio 2015

    Riassunto perfetto

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *